La storia - Circolo Scherma Locarno

Vai ai contenuti
Il Club
I primi duelli al Grand Hotel di Locarno
Tutto era cominciato alla fine degli anni quaranta quando sulle rive del Verbano un manipolo di schermidori si era messo.... la maschera. Ci si allenava come meglio si poteva nelle grotte del Grand Hotel, oppure lel locale della Chiesa Anglicana, armati di tanta buona volontà e spinti da importanti ideali. Ad animare l'attività c'erano i fratelli Varini, Riccardo (primo Presidente) ed Alfonsito, Werner Naef, Pino Tebaldi, Aldo Piazzoli, Gianni Pioda ed altri ancora.
A guidare la "squadra" si alternarono quotati maestri italiani come Carmina, Villani e Racalbuto (che negli anni venti era stato protagonista di epici duelli con il mitico Nedo Nadi). Agonismo ma non solo, visto che lel 1948 Locarno ospitò i Campionati svizzeri militari e due anni dopo i Campionati ticinesi (svoltisi nel salone della Birreria Nazionale).
La grande volontà mostrata da molti però non bastò. Così problemi finanziari portarono il Circolo Scherma all'amara rinuncia. Gianni Pioda e Aldo Piazzoli non gettarono la spugna. Proseguirono la loro strada spostandosi prima a Bellinzona e poi a Lugano agli ordini dei maestri Buscaglione e Volpini.
Testo di Mariano Botta

Dalla rinascita alla Sala d'Armi
Sulle rive del Verbano per tornare a parlar di fioretto e di spada si sono dovuti attendere molti anni. Solo nel 1976 infatti c'è stata la "rinascita" del Circolo Scherma. L'idea è partita (e non poteva essere altrimenti, conoscendo il suo dinamismo) da Umberto Tresoldi.
Una scommassa raccolta di slancio da Giorgio Castelli (maestro d'armi, con la supervisione di Walter Buscaglione della RSA Milano), Ugo Gianini (Presidente) e da Gianni Pioda, ai quali si sono poi aggiunti Walter Snyder e Francesco Stehrenberger (diventati a turno guide del Club). Una ripresa non facile, ma che a breve ha portato dei frutti. Di pari passo è pure iniziata la ricerca di una sede stabile.
Nell'attesa (durata una ventina d'anni) allenamenti e tronei si sono svolti nelle palestre della Peschiera, del Liceo, di Muralto, al Campeggio Antognini di Ascona, Al centro Heim fino a quella della scuola della città di Zurigo con sede a Minusio.
A livello organizzativo è stato un susseguirsi di eventi: Campionati ticinesi e regionali, Torneo internazionale di spada femminile, Torneo internazionale di fioretto femminile, (Renato Corti), Coppa del Mondo di fioretto maschile al Fevi di Locarno, Campionati svizzeri di fioretto maschile, incontri di spada (andata e ritorno) Locarno-Bergamo e il Bracciale sociale.
A premiare questa costanza è poi arrivata, regalo bellissimo e meritato, la tanto sospirata Sala d'Armi in Via Ripa Canova 1, sotto l'Asilo di San Francesco a Locarno, grazie alla sensibilità delle autorità cittadine.
Il 15 gennaio 2000, giorno dell'inaugurazione, resterà data indimenticabile. Per chi ha lavorato tanto per raggiungere questo traguardo, è stato come realizzare un sogno, che a volte sembra destinato a rimanere tale, invece....
Una pietra miliare per il rilancio e lo sviluppo delle attività, con l'arrivo di giovani attratti da questo sport, pronti a rimpolpare le file della società, interpretando al meglio lo slogan coniato per l'occasione "Una sala d'Armi per crescere". Una parte decisiva in questo sviluppo la sta svolgendo il maestro Antonio Pagano, che nel frattempo ha saputo portare al Circolo il titolo elvetico con la squadra della sciabola con Davide Cunial, Rossano Martini, e Bruno Andrea.
Ma questi sono stati solo dei traguardi parziali, adesso si torna in pedana per raggiungerne altri.
In guardia !
Testo di Mariano Botta

I nazionali di sciabola a Tenero organizzati dal Circolo Scherma Locarno nel 2005
Il Circolo scherma Locarno ha organizzato domenica 24 aprile 2005 i campionati svizzeri di sciabola uomini e donne singolo e a squadre. La manifestazione si è svolta presso il Centro Sportivo Nazionale della gioventù di Tenero, nella palestra "Naviglio". Durante il fine settimana è stata abbinata l'organizzazione di una tappa del Circuit National Jeunesse, il circuito nazionale dedicato agli sciabolatori più piccoli, che rappresentano il futuro della scherma. La competizione si  svolta il 23 aprile 2005, con la partecipazione delle squadre di: Locarno, Yverdon, Founex, Châtelaine. Inoltre hanno partecipato alcuni sciabolatori dalla Francia. In totale hanno partecipato 62 sciabolatori.
Ai nazionali hanno partecipato tiratori di quattro circoli scherma: oltre a Locarno hanno gareggiato rappresentanti di Losanna, Lucerna e Châtelaine (Ginevra), per un totale di 22 sciabolatori. Testo CSL
Torna ai contenuti